mercoledì, Maggio 5, 2021
HomeBLOGLa modifica delle date nelle pagine non migliorerà le classifiche

La modifica delle date nelle pagine non migliorerà le classifiche


John Mueller di Google avverte che la modifica delle date di pubblicazione sulle pagine web non migliorerà le classifiche di ricerca se non sono state apportate modifiche significative al contenuto.

Mueller offre questo consiglio durante il videoritrovo SEO di Google Search Central registrato l’1 aprile.

Il proprietario di un sito invia una domanda a Mueller in merito all’aggiornamento delle date nelle gallerie fotografiche del proprio sito Web ogni volta che apporta modifiche minori.

Chiedono a Mueller se l’aggiornamento delle date di pubblicazione avrà qualche vantaggio di posizionamento nei risultati di ricerca di Google.

Sebbene la domanda si riferisca alle gallerie fotografiche, il consiglio di Mueller si applica alla modifica delle date di pubblicazione su qualsiasi tipo di pagina web.

I proprietari di siti di solito chiedono qualche variazione a questa domanda, pensando che Google possa premiare una pagina per sembrare che abbia contenuti appena pubblicati. Ma l’algoritmo di Google non funziona in questo modo.

Annuncio pubblicitario

Continua a leggere di seguito

Leggi la risposta di Mueller alla domanda di seguito.

Nessun vantaggio in classifica per l’aggiornamento delle date di pubblicazione

Mueller parla innanzitutto delle considerazioni sull’esperienza utente relative all’aggiornamento della data di pubblicazione su una pagina quando si apportano modifiche minori.

I proprietari dei siti possono aggiornare la data e l’ora sulle pagine web ogni volta che lo desiderano, ma Mueller suggerisce che in alcuni casi potrebbe essere fuorviante.

“Puoi sicuramente aggiornare la data e l’ora su una pagina ogni volta che apporti modifiche a una pagina web. Se stai solo mescolando le immagini in una galleria che sembra un po ‘fuorviante, per quanto riguarda l’aggiornamento della data solo perché stai mescolando le immagini in giro. Quindi dal punto di vista dell’utente lo troverei un po ‘imbarazzante. “

Annuncio pubblicitario

Continua a leggere di seguito

Mueller continua dicendo che, anche se non consiglia di aggiornare la data e l’ora sulle pagine web troppo frequentemente, non avrà alcun impatto sui risultati di ricerca.

“Non credo che cambierebbe nulla per quanto riguarda la ricerca e sicuramente non classificheremo queste pagine in modo diverso nella ricerca solo perché stai modificando la data e l’ora su una pagina.”

Ancora una volta, Mueller sconsiglia di aggiornare le date su una pagina dopo aver apportato piccole modifiche. Raccomanda di aggiornare le date solo quando si apportano modifiche significative al contenuto.

Tuttavia, se sei bloccato con un CMS che aggiorna le date automaticamente, allora va bene. Non danneggerà il tuo sito.

“Quindi la mia raccomandazione sarebbe, se il tuo CMS lo fa per impostazione predefinita e non puoi controllarlo, allora va bene. Se lo fai manualmente, un po ‘come modificare la data ogni volta che apporti una piccola modifica come le immagini in ordine casuale, ti consiglio di saltare questo e aggiornare la data solo quando effettui modifiche significative su una pagina “.

Ascolta la sua risposta completa nel video qui sotto:

Il recente consiglio di Mueller corrisponde a un post sul blog che ha scritto nel 2019 in cui dice ai proprietari del sito di non aggiornare “artificialmente” gli articoli con una nuova data.

“Se un articolo è stato modificato in modo sostanziale, può avere senso assegnargli una nuova data e ora. Tuttavia, non aggiornare artificialmente una storia senza aggiungere informazioni significative o qualche altro motivo convincente per rinfrescare “.

In quel post sul blog Mueller dice che Google non mostra sempre le date nei risultati di ricerca anche quando la pagina contiene una data. Google sceglierà di non mostrare una data quando non ha rilevanza per il contenuto.

Annuncio pubblicitario

Continua a leggere di seguito

“Google mostra la data di una pagina quando i suoi sistemi automatizzati determinano che sarebbe pertinente farlo, ad esempio per le pagine che possono essere sensibili al fattore tempo, compresi i contenuti di notizie.”




Matt SouthernLooks like you have blocked notifications!

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments

Looks like you have blocked notifications!